giovedì 30 aprile 2020

Bellezza Cosmica


"Si dice che la bellezza stia negli occhi dell'osservatore, ed è vero.
Distaccarsi dalle fluttuazioni fenomeniche permette infatti, oltre che a dare il giusto valore agli eventi e agli accadimenti, di cogliere tutta l'infinita bellezza e i perfetti incastri sincronici della Danza della Creazione.
E tutto si ammanta di Bellezza Cosmica."

giovedì 23 aprile 2020

Custodire il Silenzio



"Custodiamo il Silenzio nel nostro cuore.
Il Silenzio è un dono, 
è la pietra sulla quale affiliamo il nostro focus, 
è il canale attraverso il quale 
le intuizioni affiorano sullo specchio della nostra coscienza.
È il piano sul quale la nostra consapevolezza si espande.
È l'orizzonte sconfinato che si dispiega davanti al nostro occhio spirituale.
Abbracciando il Silenzio abbracciamo l'Assoluto,
senza inizio,
senza fine,
contenendo l'Universo,
senza essere contenuti da niente."

giovedì 16 aprile 2020

Ajata



"Se ti identifichi col tuo sistema corpo-mente, sei prigioniero della falsa concezione che la tua esistenza inizi e finisca con il corpo. Contemplando la tua vera Essenza, nell'immobilità dell'introspezione e dissolvendo il tuo falso senso di esistenza separata nell'Io Sono, realizzerai che l'unica morte che esista veramente è la morte della morte.
Tu sei QUELLO.
Mai nato.
Mai morto.
Infinito.
Ajata."

sabato 11 aprile 2020

Il Silenzio



"È vero? È necessario? È gentile?" Queste le tre domande che ciascuno di noi dovrebbe porsi prima di parlare, secondo un antico adagio spesso attribuito al mistico persiano Jalal al Din Rumi.
La qualità delle nostre parole riflette la qualità del nostro stato di coscienza, spesso contaminato da opinioni errate, pregiudizi e sentimenti negativi. Far attraversare al nostro dire le tre porte della veracità, dell'opportunità e della gentilezza è un percorso arduo e irto di ostacoli, perché costringe a nuotare controcorrente e spesso a scegliere il silenzio. Il mondo vive di parole urlate, scagliate, spesso menzoniere e generalmente inutili. Ponderare le parole e verificarne la reale utilità significa imparare a dar peso a ciascuna affermazione, a formulare i pensieri in modo diverso, più completo, più profondo, più vero. Effettuata la prova delle tre porte, spesso, si sceglie di non dire nulla, consapevoli dell'inutilità della propria affermazione. La scelta del silenzio è quindi un atto naturale per chiunque abbia intrapreso un percorso spirituale, perché in esso maturano tutti i frutti delle nostre pratiche. "Il silenzio è d'oro", recitava un altro adagio, e tale oro va custodito, protetto, perché in esso risiede la nostra ricchezza. "Perché dov'è il tuo tesoro là sarà anche il tuo cuore" (Matteo VI, 21)


Gruppo di Meditazione Online





La Grotta del Cuore organizza una meditazione settimanale online su Zoom, il martedì sera alle ore 20. Coloro che fossero interessati possono scriverci su WhatsApp (3333463130), su Facebook e Instagram (La Grotta del Cuore) oppure via mail (lagrottadelcuore@gmail.com).

Grazie di cuore!
Om Shanti


venerdì 10 aprile 2020

Prema



"Stabiliti nella fortezza dell'equanimità,
dedichiamo l'esistenza alla realizzazione di Prema, l'Amore.
Giorno dopo giorno
rinasceremo nel profondo,
sconfiggendo le paure e i condizionamenti,
per dimorare eternamente
nel Divino abbraccio,
nel segreto della Grotta del Cuore."

mercoledì 8 aprile 2020

I libri del cuore II: ponti oltre le di-visioni



Bede Griffiths, Henri Le Saux (Abhishiktananda), Cyprian Consiglio, John Main: quattro monaci benedettini, quattro preziose esperienze di dialogo inter confessionale. Suggeriamo questi testi a coloro che sono interessati ad approfondire i possibili punti di contatto tra la tradizione spirituale indiana e la tradizione cristiana. Buona lettura!


lunedì 6 aprile 2020

Il Tempio dello Spirito



"L'obiettivo della nostra incarnazione
è quello di sperimentare
incessantemente
la pace del cuore,
adornandolo di mitezza, calma e gentilezza.
Impariamo con pazienza
a condurre la mente nel cuore,
quel Tempio Segreto
in cui dimora lo Spirito Eterno."

giovedì 2 aprile 2020

La dimora


"Colui che abita nel luogo segreto dell'Altissimo, dimorerà all'ombra dell'Onnipotente" (Sl 91,1).
Portando l'attenzione dall'esterno verso l'interno e seguendo con l'Occhio dello Spirito questo flusso interiorizzante, si approda infine in quel luogo segreto, posto al Centro del Nostro Essere. Lì ci accoglie la Presenza del Divino Onnipervasivo, l'ombra della Sua radianza ci avvolge facendoci risplendere di pura Luce.
Siamo nella nostra dimora."