domenica 8 gennaio 2023

Tutto accade per caso

 Tutto accade per caso, tutto. 

E se anche ci fosse una ragione, un piano, è celato nel Mistero, è il Mistero stesso. La Presenza, infinita e impersonale, si "veste" di finitezza, si fa molteplice, pur senza perdere la Sua natura. È l'esperienza dell'esistenza e, da questo carosello di accadimenti, relazioni, eventi, sensazioni ed emozioni, la nostra mente cerca di distillare un senso, una lezione per la "nostra evoluzione". Scopo della mente è esattamente questo: trovare soluzioni e, attraverso l'esperienza e la memoria, costruire schemi, cercando di decriptare l'elemento di casualità al fine dell'apprendimento e della costruzione di una dimensione di senso, onde evitare di "farsi sorprendere" trovandosi impreparata. I meccanismi di interpretazione basati sulla percezione, benché indispensabili, non portano alla conoscenza della Realtà che rimane inintelliggibile nella sua globalità e inafferrabile dall'intelletto. A quest'ultimo non pertiene quindi l'esperienza della Presenza, la quale rimane sempre libera dalle concettualizzazioni, dal sentire e dalla appropriazione egoica. 

È proprio nella casualità, nel suo essere "senza perché" che la Coscienza infinita si esprime e riverbera al centro dell'Essere: nell'oscurità brillante della Grotta del Cuore.

 

Nessun commento:

Posta un commento